Come scegliere il TUO commercialista

 

scelta-del-commercialista

 

In questo post ti spiego quali sono le considerazioni che devi fare prima di scegliere il TUO commercialista.

Credo di essere esperta in materia, ne ho conosciuti tanti nel corso del mio lavoro e se ne avessi bisogno sono sicura che sarei in grado di scegliermelo molto bene!

Per cui voglio dare alcuni consigli anche a te che stai decidendo a chi appoggiare la tua azienda, a chi mettere in mano non solo la registrazione dei tuoi documenti, ma anche con chi condividere le tue speranze, i tuoi progetti, i tuoi dubbi e le mille difficoltà che strada facendo ti capiteranno.  

 

1) SCEGLILO FIN DALL’INIZIO 

Non partire con il “fai da te”, cerca di impegnarti al 100% nella TUA attività e lasciati aiutare dal commercialista in ciò che non è la tua materia. In questi casi il fai da te è controproducente perché se anche risparmi qualche centinaio di euro rischi sanzioni ben più elevate e soprattutto rischi di fare scelte sbagliate che poi ti costeranno fatica e denaro per rimediare.

Quindi PRIMA di aprire la partita iva scegli il TUO commercialista verificando preliminarmente che lo sia veramente facendo una ricerca nominativa su questo link.

 

2) NON SCEGLIERE IL TUO COMMERCIALISTA solo perché gioca a pallone con te o perché i tuoi genitori sono sempre andati da lui.

Ricordati che un commercialista veramente capace e preparato può fare la differenza per la TUA impresa.

Quindi sceglilo mettendoci lo stesso impegno che ci metteresti nello scegliere un tuo collaboratore interno molto importante.

 

3) INCONTRA ALMENO DUE COMMERCIALISTI PRIMA DI DECIDERE

Quando li incontri descrivi con passione ciò che desideri fare e cerca di comprendere prima di tutto se ti prestano attenzione, poi se hanno già maturato esperienze nel tuo settore e soprattutto se il tuo settore interessa loro.

In sintesi cerca di comprendere se tra te e il TUO commercialista potrà nascere una sinergia vantaggiosa per la tua azienda o se per lui tu sarai uno dei tanti che andrà a riempire gli elenchi delle dichiarazioni da fare.  

 

4) NON BASARE LA TUA SCELTA SOLO SUL COSTO 

Il costo è importante, anzi importantissimo, ma ricordati che quando la tua attività sarà avviata quella piccola differenza che magari ha determinato la tua scelta iniziale non significherà più nulla.

Sarà invece fondamentale avere al tuo fianco FIN DALL’INIZIO una guida preparata e competente che si appassiona alla tua impresa e che è capace di comprendere le tue reali necessità.

 

5) ANALIZZA LA SUA STRUTTURA E I SUOI COLLABORATORI

Un ufficio in disordine, buio, trascurato, spoglio e triste difficilmente mente sul proprietario.

Presta attenzione anche allo staff, ricordati che nella quotidianità tu avrai molto più a che fare con la tua impiegata che con il commercialista e quindi cerca di comprendere anche il livello di preparazione dei collaboratori dello studio e magari quale ti verrà assegnato.

 

6) EVITA IL COMMERCIALISTA TROPPO IMPEGNATO IN POLITICA 

Se non sei disposto ad accettare che spesso tu non sarai tra le sue priorità.

 

7) EVITA IL BUROCRATE 

Se al primo appuntamento comprendi che per lui le scartoffie sono più importanti della sostanza e ti sta già venendo l’ansia, ti autorizzo a scappare via!

E non me ne vogliano i miei colleghi  (per fortuna pochissimi…) che parlano il burocratese come lingua madre. 

Le imprese hanno bisogno di altro, soprattutto in momenti difficili come quello che stiamo vivendo.

 

8) ESIGI DI CONOSCERE SE È ASSICURATO

Tutti sbagliamo, siamo esseri umani, è inevitabile.

Chiedi notizie sulla polizza professionale del TUO commercialista, la polizza che copre i suoi errori, le tue sanzioni quindi.

Non temere di essere inopportuno. Per i commercialisti seri è un motivo di vanto avere un’ottima polizza assicurativa, vedrai che te ne parleranno volentieri, anche se si lamenteranno un po’ degli alti premi che sostengono per garantire a tutti i loro clienti questa indispensabile sicurezza.

 

Gli iscritti all’Ordine dei Commercialisti hanno l’obbligo di assicurazione.

 

 

 

 

 

9) DAI SEMPRE IMPORTANZA AI VALORI E ALL’ETICA  

Non te li dimenticare mai.

Difficilmente un professionista serio e deontologicamente corretto di cui tante persone dicono “è una brava persona” ti deluderà; presta attenzione invece a chi i valori se li è persi per la strada, magari per avidità.

 

10) CHIEDI E DAI RISPETTO

Chiedi puntualità e ricambiala. Chiedi precisione e ricambiala. Chiedi gentilezza e ricambiala.

Ricorda che tutti i lavori sono duri, non solo il tuo.

Rispetta il lavoro del TUO commercialista e cerca di essere anche clemente con lui quando è costretto a comunicarti importi e scadenze che per te sono solo seccature e dolori ma per lui hanno comportato un lavoro difficile e spesso di poca soddisfazione.

E quando invece il TUO commercialista ti dà di più di quello che prevede il mandato professionale, ricordati che un “Grazie” fa piacere a tutti e a te non costa nulla.

 Il commercialista è un tuo alleato, sempre.

il_commercialista_è_un_tuo_alleato

 

Sono certa di avere dato degli utili consigli e questo è lo scopo del mio blog che si rivolge all’intero pubblico del web, sparso in tutta Italia.

Aiutare le aziende a crescere e a compiere delle scelte vantaggiose per loro.

L’intento del blog  è questo e non potevo non parlare di una decisione così importante per tutte le imprese e spesso sottovalutata.

Spero di averti aiutato anche con questo post a compiere utili riflessioni per fare crescere la tua azienda.

Se hai dubbi o domande non esitare a scriverli nei commenti.

Se invece hai la necessità di contattarmi, segui questo link.

A presto, 

 

Mirna

Visualizza il profilo di Mirna Pioli su LinkedIn

 

 

 

8 Comments

  1. valeria forni
  2. Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *