Gli adempimenti fiscali tra semplificazioni e complicazioni

adempimenti fiscali

Il 2017, grazie alle semplificazioni, ci vedrà impegnati in un groviglio di scadenze paragonabile al labirinto di Cnosso.

In questo post non riuscirò a darti ali per volare, ma spero almeno un piccolo filo da tenere in mano, che ti possa essere di aiuto per districarti un po’, tra gli innumerevoli adempimenti fiscali, vecchi e nuovi.

Iniziamo.

 

Nuovi adempimenti fiscali obbligatori

 

Nuovo spesometro trimestrale obbligatorio

L’invio dei dati relativi a fatture emesse, fatture ricevute, bollette doganali, note di variazione, passa da annuale a trimestrale.

Solo per il 2017 i dati del primo semestre vanno inviati entro il 28 settembre 2017, mentre quelli del secondo semestre entro il 28 febbraio 2018.

Poi, a regime, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre.

Le associazioni in regime forfettario ex Legge 398/91 inviano solo i dati relativi alle fatture emesse. 

I contribuenti minimi e forfettari sono esonerati da ogni adempimento.

AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2017:  il DL n. 148/2017 convertito dalla Legge 172/2017 (Collegato alla Finanziaria) ha disposto la non applicazione delle sanzioni (da € 250 a € 2.000 / € 2 per ciascuna fattura, entro il limite massimo di € 1.000 per ciascun trimestre) per l’errata trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute per il primo semestre 2017, a condizione che le comunicazioni siano effettuate correttamente entro il 28.2.2018.
È stata prevista anche la possibilità di trasmettere i dati con cadenza semestrale.

AGGIORNAMENTO GENNAIO 2018: il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 19.1.2018 proroga il termine di invio dello spesometro relativo al secondo semestre 2017 al 60° giorno successivo all’emanazione del Provvedimento definitivo di approvazione delle specifiche tecniche.

 

Comunicazione dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni IVA

E’ previsto l’invio trimestrale dei dati relativi alle liquidazioni periodiche IVA entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre.

Esempio IVA mensile di gennaio entro il 31 maggio, IVA trimestrale primo trimestre entro il 31 maggio (prorogato al 12 giugno 2017).  
Il secondo trimestre slitta al 18 settembre 2017. 

Sono esonerati dall’adempimento i soggetti con operazioni esclusivamente esenti, produttori agricoli in regime speciale, associazioni in 398/91, contribuenti minimi e forfettari, soggetti che non hanno effettuato operazioni attive né passive e non hanno crediti da riportare. 

 

Nuovi adempimenti fiscali facoltativi

Invio opzionale dei dati delle fatture

Da non confondere con lo spesometro obbligatorio.

Questo adempimento è facoltativo, prevede una opzione quinquennale, ed è previsto dall’art. 1 DLgs 127/2015.

I dati di tutte le fatture vanno inviati entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre.
Esempio: gennaio/febbraio/marzo entro il 31 maggio.

 

Vecchi adempimenti fiscali invariati

Modelli Intra2 per beni acquistati e servizi ricevuti

Restano invariati gli adempimenti per il 2017. 

Modelli Intra1 per i beni ceduti

Restano invariati gli adempimenti.

Modelli Intra1 per i servizi resi

Dovrebbero restare invariati gli adempimenti per il 2017.

Spesometro relativo al 2016

Da non dimenticare che entro il 10 aprile 2017 (mensili), 20 aprile 2017 (trimestrali), deve essere inviato lo spesometro (elenco clienti/fornitori) relativo al 2016.

 

Vecchi adempimenti fiscali soppressi

Invio dei dati relativi all’utilizzo personale dei beni d’impresa da parte dei soci o dei familiari dell’imprenditore
Invio dei dati delle persone fisiche, soci o familiari dell’imprenditore che hanno concesso all’impresa finanziamenti

Dovrà essere chiarito se la soppressione riguarda anche i dati del 2016 in scadenza il 31 ottobre 2017.

Non è però abrogato l’obbligo di dichiarare tra i redditi diversi il beneficio derivante dalla differenza tra il valore di mercato e il corrispettivo annuo per i beni in uso.

Invio della comunicazione black-list

Soppresso dal periodo d’imposta in corso al 31.12.2016.

Direi che può bastare.  

 

Spero di esserti stata di aiuto, se hai bisogno di farmi una domanda sul tema di questo post scrivila nei commenti. 

Se invece preferisci la privacy e desideri una consulenza più vasta, specifica, e personalizzata, prenota il servizio di consulenza online risposte a quesiti a  67 euro per i lettori del blog 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Doublentry di Mirna Pioli 

Negli ultimi anni ho aiutato molte imprese a crescere.

Iscriviti GRATIS alla Newsletter mensile con contenuti premium e ricevi subito i primi due capitoli del libro “Non capisco perché lavoro tanto e non mi resta niente”.

Inizia ora a fare crescere la tua impresa.