Ho deciso! Non cenerò con Bruce Willis

Ogni volta che accendo la tv vedo questo spot:

 

E’ una dolce persecuzione, anche se lo trovo geniale!

La prima cosa che mi balza all’occhio è l’IDEA, veramente originale e MAI vista prima d’ora, di chiamare un attore americano, ben vestirlo e ben ambientarlo e fargli invitare a cena una Donna.

Eh sì, noi italiani è proprio vero che non siamo portati per essere charmant e quindi prendiamo lezioni di piano da un Americano, charmant appunto.

Sta ascoltando “Ti Amo” di Umberto Tozzi, un pezzo della fine degli anni Settanta. Tozzi è stato il tormentone di quegli anni, ricordate anche “Tu” e “Gloria”?

Ma ecco che il gentiluomo Bruce prima si irrora di profumo, come se fosse a dare l’acquetta ai pomodori, a cominciare dalla pelata, poi si fa vestire dal maggiordomo, e finalmente arriva LEI!

Lei giovane, molto più giovane di Bruce, originale davvero, uno stereotipo al quale non siamo abituate.

Ma che bel Castello, Marcondirondirondello.

Lei è anche moderna ed eterea (stavo per scrivere eterna, sai per la rima più di prima).

Lei, l’Umberto sentendo, subito si ombreggia, anche se Bruce la saluta addirittura con un ebete “Ciao”. Pensate che roba “Ciao”, per fortuna non “Ciaone”, ci mancava solo quello!

E pensare che poco prima Bruce mi pare dica “Show time”, chissà cosa mi aspettavo.

Ma il maggiordomo (novello Ambrogio) in smoking e papillon, vero Deus ex Machina, tira fuori dal cappello a cilindro non un coniglio bianco, ma un brano proprio adatto alla cenetta tête-à-tête.

“Everytime” dei The Kolors, un pezzo “di nicchia”, ottimo per carità, ma per una cena romantica, magari … e via con buona pace dell’Umberto nazionale.

Lei è di gran classe e lo si vede. E poi è originale!

I capelli pettinati come la Signora Pina di Fantozzi, in modo asimmetrico, tirati su da un lato e tutti giù, ben gonfi, dall’altro.

Ma siccome Lei sì che sa come riequilibrare le cose, dal lato dove non ha i capelli, ha la manica del vestito. Così tutto torna! Quadra!

E che begli ammiccamenti, innovativi anche quelli!

Ma ecco il clou: è a tavola, lei con il gomito poggiato, lui con le gambe divaricate come uno scaricatore di porto e il maggiordomo che li interrompe con uno smartphone.

The show must go on.

Oh Salvatore, che mi piaci a tutte le ore, sono molto pittoreschi!

Che creatività questi Creativi, ma Pino non arriva più?

 

 

Beh, non mi resta che rileggere il testo della canzone di Tozzi, non so se mi farebbe innamorare ancora.

Ma mi dico “una donna che stira cantando e poi si fa anche prendere in giro prima di fare l’amore”, ma dove?

Ti amo

Ti amo, un soldo, ti amo, in aria, ti amo
se viene testa vuol dire che basta: lasciamoci.
ti amo, io solo, ti amo, in fondo un uomo
che non ha freddo nel cuore, nel letto comando io.

ma tremo davanti al tuo seno, ti odio e ti amo,
è una farfalla che muore sbattendo le ali.
l’amore che a letto si fa, rendimi l’altra metà
oggi ritorno da lei, primo maggio, su coraggio

io ti amo e chiedo perdono, ricordi chi sono
apri la porta a un guerriero di carta igienica
e dammi il tuo vino leggero
che hai fatto quando non c’ero
e le lenzuola di lino
dammi il sonno di un bambino.
che “ta” sogna cavalli e si gira e un po’ di lavoro
fammi abbracciare una donna che stira cantando.

e poi fatti un po’ prendere in giro
prima di fare l’amore
vesti la rabbia di pace, le sottane sulla luce.

io ti amo e chiedo perdono
ricordi chi sono
ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo
e dammi il tuo vino leggero
che hai fatto quando non c’ero
e le lenzuola di lino
dammi il sonno di un bambino.
che “ta” sogna cavalli e si gira e un po’ di lavoro
fammi abbracciare una donna che stira cantando.

e poi fatti un po’ prendere in giro (ti amo, ti amo)
prima di fare l’amore (ti amo, ti amo)
vesti la rabbia di pace, le sottane sulla luce.

E allora metto i The Kolors, ma scelgo un brano romantico, solo per me!

 

 

Ciao Bruce, più tardi forse vado da George a bere il caffè!

 

George_Clooney

 

Buona #pausacaffè

 

Mirna

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *