L’ alfabeto del marketing umanistico

marketing umanistico

 

L’ossimoro è una figura retorica che unisce due termini di senso opposto e contrastanti tra di loro. La parola deriva infatti da acuto e ottuso.

Per esempio “ghiaccio bollente” e “silenzio assordante” sono ossimori.

Anche “marketing umanistico” è un ossimoro?

Ma l’etica e il marketing, sono antitetici?

Con questo semplice “alfabeto del marketing umanistico”, spero di aiutarti a trovare la tua risposta.

 

A come Ascolto

L’Ascolto è elemento centrale del marketing umanistico.
Un Ascolto che si interessa, non superficiale, non giudicante, e che non mira alla prevaricazione, dovrà essere ascolto attento e attivo.

 

B come Bisogni

L’impresa studia i comportamenti e i bisogni non più soltanto del ristretto “consumatore”, ma dell’essere umano-cliente.
Il prodotto, esistente o ancora da realizzare, viene interpretato e concepito come “risposta” ai bisogni, con lo scopo di soddisfarli.

 

C come Comunicazione

La Comunicazione è lo strumento principale di tutte le relazioni.
Significa mettere in comune informazioni ed emozioni, per una specifica azione-comune tra esseri umani e tra impresa e mercato, sia all’interno che all’esterno dell’impresa stessa.
Con la precisa volontà di costruire per obiettivi, evitando ogni tipo di incomprensione.

 

D come Dialogo

L’impresa, attraverso le varie forme di comunicazione, crea un Dialogo con tutto il pubblico attuale e potenziale, interno ed esterno  e con lo scopo di andare incontro alle necessità di ogni singola persona.
Da monologo a dialogo.

 

E come Essere Umano

Tutte le persone che in qualche modo sono interessate all’impresa e ai suoi prodotti,  i cosiddetti stakeholder, sono prima di tutto Esseri Umani e poi, ma solamente poi, clienti, dipendenti, fornitori, collaboratori.

 

F come  Fiducia

Fiducia reciproca, che si crea e si sviluppa solo se c’è comprensione, ricerca e realizzazione del bene comune.
E porta con sé un’altra F: Fidelizzazione. 

 

G  come Gratitudine

La reciprocità, nella relazione, comporta l’apprezzamento per un beneficio ricevuto, a cui spesso si accompagna il desiderio di restituirlo.
Questo desiderio si chiama Gratitudine.

 

H come Human Satisfaction

Soddisfare l’Essere Umano e non solo l’Essere Consumatore.
E’ il passaggio dalla Customer Satisfaction alla Human Satisfaction.

 

I  come Informazione

L’informazione, elemento centrale della comunicazione, deve essere vera, chiara, documentabile, utile
Non deve essere eccessiva, né invasiva.

 

L come Legale

Rispetto dello norme di legge.
Per senso etico e non per dovere.

 

M come Marca

Intesa come identità riconosciuta e riconoscibile.
Basata su un modello di gestione, una cultura, un linguaggio che, pur evolvendosi nel tempo, si mantengono fedeli ai valori che la identificano, orientati alla human satisfaction.  

 

N come Necessità

Il marketing umanistico analizza l’essere umano-cliente e stakeholder, nelle tre aree della psiche, in cui si trovano le necessità da soddisfare:

emozionali (bellezza, simpatia, attrazione, sicurezza, ecc.)
razionali
(informazione, economicità, assistenza, prevenzione, ecc.)
etiche (onestà, coerenza, famiglia, rispetto del pianeta, ecc.)

 

O come Offerta

L’ offerta non più indifferenziata, viene costruita per il cliente-essere umano e appositamente per lui.
Dall’offerta indistinta, siamo passati nella personalizzazione di massa al “one to one”,  al “one to each”.

 

P come Profitto

Non il fine da raggiungere a ogni costo, ma un obiettivo indiretto rispetto a quello di servizio al pubblico. 
Il Profitto diventa così il “premio” che l’essere umano-cliente offre all’impresa e al brand, attraverso l’acquisto fedele di prodotti e servizi.
Dalla massimizzazione del profitto all’ottimizzazione del profitto.

 

Q come Qualità

Alla Qualità del prodotto, che viene data per scontata, deve essere abbinata la Qualità della relazione e del servizio.

 

R come Responsabilità

Ogni azione comporta una conseguenza, e l’impresa etica lo valuta prima di compierla, perché è responsabile verso il pubblico interno ed esterno.

 

S come Sincerità

Essere etici e non fare gli etici.
La differenza sta nella sostanza, rispetto a una forma solo estetica e superficiale di comportamento per fini puramente finanziari.

 

T come Team

Team significa squadra organizzata, non gruppo indifferenziato.
Nella squadra organizzata per un lavoro in team, tutti i componenti mirano al raggiungimento di un obiettivo comune olistico, aggettivo che deriva dal greco “olos” e che significa “tutto, intero, totale”.
Il Team unisce discipline umanistiche, economiche e di marketing.

 

U come Unione

L’impresa di valore è degna di apprezzamento sociale oltre che economico e genera un forte senso di appartenenza nei suoi collaboratori.
Genera unione, ovvero relazione e fedeltà con i suoi stakeholder.

 

V come Valori

L’impresa deve individuare i suoi valori fondamentali e sulla base di essi guidare i comportamenti dei vari stakeholder interni ed esterni.
E’ fondamentale una costante comunicazione e formazione.

 

 Z  come Zero

Come ripartire da Zero.
Forse da zero è eccessivo, ma usiamolo come metafora per i casi in cui dall’esperienza negativa, e comunque dall’esperienza, si voglia ricostruire con rinnovata fiducia e ottimismo.
E’ sufficiente riconsiderare la concezione dell’uomo utopico, oltre che basato sulla realtà, derivata dai classici latini e greci.
Del resto, non a caso si parla di Nuovo Umanesimo e Marketing Umanistico.

 

“… Che poi valga la pena di passar tanti guai per imparare così poco, come disse il ragazzo quando fu arrivato in fondo all’alfabeto, è questione di gusto” Charles Dickens

 

Non c’è bisogno che ti dica come la penso, credo tu l’abbia intuito.
Invece io vorrei conoscere la tua opinione che spero vorrai condividere nei commenti.

A presto con la prossima puntata di #easymarketing #etica.

 

Mirna

Visualizza il profilo di Mirna Pioli su LinkedIn

Ti possono interessare:

La scelta etica, una strada difficile

Il senso etico e l’etica

 

8 Comments

  1. Maurizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *