La netiquette è una opinione

La_netiquette_è_una_opinione

 

Dopo il successo del post La gentilezza e le buone maniere nel mondo del lavoro ho deciso di scrivere questo che riguarda il web, la cosiddetta netiquette, con particolare riferimento ai messaggi individuali e ai commenti ai post su Facebook.

Come puoi intuire dal titolo, in questo post troverai un elenco di comportamenti che mi sento semplicemente di suggerire. Nessuna regola, nessun divieto, anche se cerco di affrontare con la consueta ironia l’argomento. Resta inteso che ogni rapporto interpersonale è un caso a sè e che all’amica del cuore o al fidanzato ti rivolgerai diversamente rispetto a una persona conosciuta per lavoro o da poco tempo. 

Eccoli.

 

netiquette

 

1)  Evita errori grammaticali. Scrivi in velocità, non solo tu, ma un secondo in più non ti cambia la vita e ti risparmia spesso una gran brutta figura. Rifletti, perché la scusa del T9 può reggere al primo strafalcione, ma non ai successivi. Quindi, smanetta pure la tastiera, ma ripassa la grammatica e se non sai come si scrive una parola, vai a verificare.

Peggio e più maleducato, però, è colui che fa notare gli errori altrui con supponenza.

 

2) Rileggi sempre prima di inviare. Questo punto è legato a doppio filo al primo, se ridai un’ occhiata ti accorgi degli errori (di solito). Quindi altri cinque secondi prima di schiacciare il tasto che una volta fatto è fatto!

 

3) Ricordati che sul web scrivere in maiuscolo significa URLARE. Evita anche eccessi di !!! o ??? (vedi anche il post sui puntini).

 

4) Attenzione all’uso eccessivo di abbreviazioni. E’ vero che sono messaggi ma “6stanco” oppure “xò” direi che se hai superato i sedici anni non fanno più al caso tuo!

 

5) Chiarezza e semplicità. No alle acrobazie e agli sfoggi, a meno che tu non sia Oscar Wilde.

 

[bctt tweet=”Pensate da uomini saggi, ma parlate da gente comune. (Aristotele)”]

 

6) Adeguati al contesto. Cerca di comprendere dove sei e con chi hai a che fare. Significa che prima di intervenire a gamba tesa devi almeno leggere i post e i commenti degli altri. Non dare per scontato di avere già compreso tutto e non saltare sul cavallo alato in difesa dei tuoi ideali. Ricorda che se commenti post altrui è come se tu fossi a casa loro, seduto sul loro divano.

 

7) Scrivi in modo piuttosto sintetico. No ai romanzi o ai temi su quattro fogli a protocollo,  ma non essere nemmeno criptico da costringere i tuoi interlocutori a struggimenti per comprenderti e poi a  mille messaggi successivi per chiarire.

 

8) Attenzione ai copia incolla. Sono senza dubbio facili, veloci, esaustivi ma si rischiano pessime figure. Citare gli autori, sempre.

 

9) Non mandare messaggi ad orari poco opportuni. E non sollecitare le risposte! L’amico/a presumo non sia un Cardiologo rianimatore nè un Vigile del fuoco in servizio, tu non hai un infarto né ti sta bruciando la casa, ricordati che risponderti non equivale a salvarti la vita, puoi senza dubbio attendere.

 

Invio_messaggi_con_telefonino

 

10) Tagga solo se sei autorizzato o se sei certo che sia molto gradito. Gli inviti a giochi e catene di Sant’Antonio (sempre a proposito dell’avere superato i sedici anni) meglio di no.

 

11) Evita assolutamente l’aggressività sia nei commenti che nelle risposte. Non si va sui social per sfogarsi ma per rilassarsi e condividere. Se hai energia in eccesso vai in palestra, acquista un sacco da boxe o prendi una zappa e vai nei campi, che c’è tanto bisogno di manodopera e ancor più di ortaggi locali.

 

usa_sempre_gentilezza

 

E poi c’è la regola, questa è proprio una REGOLA e se la applichi difficilmente avrai bisogno di leggere le altre:

“Usa a tutte le ore la Gentilezza, ovvero poniti verso gli altri con grazia”

 

Concluderei con qualche bell’aforisma sulla Gentilezza.

 

Una parola gentile è come un giorno di primavera.
(Proverbio russo)

Quando la misura e la gentilezza si aggiungono alla forza, quest’ultima diventa irresistibile.
(Gandhi)

Per avere labbra attraenti, pronuncia parole gentili.
(Audrey Hepburn)

Io non conosco nessun altro segno di superiorità nell’uomo che quello di essere gentile.
(Ludwig van Beethoven)

Tenerezza e gentilezza non sono sintomo di disperazione e debolezza, ma espressione di forza e di determinazione.
(Khalil Gibran)

Non esiste dovere più indispensabile di quello che impone di restituire una gentilezza.
(Cicerone)

Pratica gesti casuali di gentilezza e atti insensati di bellezza.
(Anne Herbert)

 

gentilezza

 

Sicuramente ci sono tanti altri punti da aggiungere, mi farebbe piacere se tu li volessi scrivere nei commenti.

Buona Netiquette a tutti!

 

 

Mirna

Visualizza il profilo di Mirna Pioli su LinkedIn

 

 

 

8 Comments

  1. Marzio Bonferroni
  2. Sonia Bertinat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *