My Name is Gentleman

dirty-gentleman

 

Cari Amici,

questo post lo dedico a voi.

Mark O’Flaherty ha scritto sul Financial Times che Bond è «l’uomo che ogni uomo vorrebbe essere e con cui ogni donna vorrebbe stare».

Così ho deciso di darvi qualche dritta, per aiutarvi ad assomigliare il più possibile a lui 🙂

Vedrete, è molto facile, diciamo #easybond.

 

L’uomo che ogni uomo vorrebbe essere

Partiamo con la colazione:

“caffé fortissimo della qualità venduta da De Bry nella New Oxford Street, senza latte né zucchero, preparato con una Chemex americana; un uovo sodo maculato di gallinelle francesi Marans – quelle di certi amici di May, la governante scozzese di Bond – bollito per non più di 3 minuti e 20 secondi e accompagnato dalla confettura Little Scarlet spalmata su due grandi fette di pane integrale tostato”

 

colazione

 

Avete finito?

Passiamo al look.

Ian Fleming lo descrive così: “la valigia era una Revelation di cinghiale usata, che un tempo doveva essere costata molto cara. Il contenuto si addiceva perfettamente all’aspetto esterno: un abito da sera; un abito pied-de-poule bianco e nero per la campagna e il golf; scarpe da golf Saxon; un vestito blu scuro in “tropicale” uguale a quello che Bond indossava; qualche camicia di seta bianca e qualcuna sportiva di color azzurro scuro, con le maniche corte e il colletto chiuso; calzini e cravatte; biancheria di nylon e due lunghe camicie da notte di seta bianca che Bond preferiva al comune pigiama. Tutti senza etichette né iniziali”

In effetti Bond è sempre perfetto, in ogni occasione.

 

bond_sui_tetti

 

Ecco una lista di abiti e accessori contemporanei per il vostro guardaroba:

. due completi formali (uno gessato a due pezzi e uno scuro a tre pezzi), tre camicie, quattro cravatte, due cappotti (uno più sportivo blu marino e uno più lungo grigio scuro), giacca da smoking avorio con pantaloni da sera camicia da smoking e papillon, bomber per la montagna, pantaloni sportivi e da neve, tutto rigorosamente Tom Ford qui trovate la Bond Capsule 2016, ma se siete dei nostalgici potete optare per lo smoking “Brioni for James Bond”;

 

james-bond-rome-blue-outfit

 

Bond_cappotti

 

gentleman_Bond

 

bond_bomber

 

. Craig blouson, morbidissimo, color sabbia by Matchless;

 

Craig_blouson

 

. maglione blu di cachemire N.Peal;

 

N-Peal

 

. scarpe almeno due paia di Crockett & Sons, più i The Bond Boot di Danner Boots per correre sulle Alpi;

 

Crockett-and-Jones-James-Bond-Skyfall-Product

 

James-Bond-s-Boots-The-Danner-Mountain-Light-II-5-Black-03

 

. occhiali due paia: Tom Ford più eleganti e Vuarnet Glacier più sportivi;

. orologi idem: Aqua Terra Limited Edition e Seamaster 300 Spectre Limited Edition, Omega, ovviamente, ma… va bene anche il Rolex Submariner;

 

movie-watch-no-6-spectre-2015

 

IMG-20151108-WA0000

 

. guanti in pelle nera Mulberry;

. telefono: Sony Xperia Z5;

 

sony-xperia_z5

 

Dimenticavo i gemelli! Assolutamente necessari.

Vi metto anche gli abbinamenti, così non correte il rischio di sbagliare:

 

 

james-bond-maroc-tenue

james-bond-spectre-tenue-autriche

 

 

 

 

 

 

spectre-bond-tenue-rometenue-james-bond-spectre-mexique

 

 

 

 

 

 

spectre-tenue-affichespectre-london-daniel-craig

 

 

 

 

 

 

 

I prezzi? Non vorrei essere volgare, comunque li potete vedere qui.

E poi volete o no essere irresistibili?

Comunque la lista non è finita.

La macchina: Aston Martin non c’è nessuna altra alternativa. A dire il vero sarebbero due: la DB10 per le avventure e la leggendaria DB5 per le uscite più… romantiche.

 

Aston_Martin_db_10

 

Aston_Martin_db_5

 

Cibo e bevande: sul cibo c’è tanto nei libri, ma direi che per rientrare al meglio negli abiti è preferibile puntare sul caviale Beluga e qualche oliva del Vodka Martini, agitato … non mescolato (ecco la ricetta).

 

abbigliamento_per_ogni_situazione

 

E poi le bollicine da dividere con le Bond Girl: Taittinger, Veuve Cliquot, Dom Pérignon e Bollinger, che trionfa.

 

Bond_champagne

 

Lascerei perdere invece la Heineken, facciamo finta di non averla nemmeno notata.

 

L’uomo con cui ogni donna vorrebbe stare

Siete pronti ora ad affiorare dall’acqua (della doccia 🙂 ) con una tuta da sommozzatori e disvelare splendidi smoking bianchi completati da rose rosse appena colte?

 

 

Bond_Goldfinger

 

Ursula_Andress_bond_girl

 

No? Perché?

Il budget è eccessivo?

Avete ragione!

Ecco allora i consigli che potete mettere in pratica se vi piace quello stile:

. aspetto curato prima di tutto;

. evitate i colori forti o qualunque cosa legata alle tendenze del momento;

. occorre un bell’abito che cada bene e un bel paio di scarpe;

. la camicia deve essere ben stirata e immacolata;

. non mettete troppi accessori, distolgono;

. non indossate cose nuove di zecca, gli abiti non devono apparire rigidi e nemmeno voi. Quando Lord Brummel faceva indossare gli abiti nuovi al valletto non era snob, era inglese.

Ma non basta il look, lo sapete vero?

Ora passiamo alle cose serie.

 

My Name is Gentleman

Il direttore della rivista inglese Country Life Mark Hedges dice che “il miglior complimento per un uomo è definirlo gentleman” e aggiunge “comportarsi da gentleman è una questione seria, è un vero e proprio modo di vita, ed è legato al far sentire bene le persone in nostra compagnia, grazie a generosità di spirito e di cuore. L’essere gentleman è la più grande esportazione britannica al mondo. Non ha nulla a che fare con i soldi o il lavoro: è una questione d’istinto”.

Che cosa ne dite se sostituiamo la prima lista con questa?

 

gentleman

 
Gli Indispensabili che vanno bene in tutte le stagioni e non costano niente
  • mettere a proprio agio gli interlocutori chiunque essi siano;
  • essere onesti e mantenere le promesse:
  • essere puntuali;
  • ascoltare con attenzione e ricordare le conversazioni;
  • essere educati e sapere dire “grazie”, “scusa” e “per favore” in tutte le lingue;
  • mantenere l’autocontrollo, “A gentleman will walk but never run”, cit. da Englishman in New York di Sting;
  • possedere ironia, ma non essere mai volgari;
  • non utilizzare cellulari, tablet in nostra compagnia;
  • parlare in modo sicuro senza mai essere arroganti;
  • fare quei “gesti vintage” come aprire la portiera dell’auto per farci scendere, farci accomodare a tavola facendoci sedere per prime, aiutarci ad infilare il cappotto prima di uscire;
  • non darsi arie e soprattutto non ostentare mai di essere un Gentleman.

In una sola frase: Il Gentleman è Gentile!

Ora musica e… mi raccomando, ambite ad essere dei veri Gentleman 3.0.

 

mirnabiliacamelia

 

 

Royal Philharmonic Orchestra of London – James Bond theme

 

 

 

6 Comments

  1. Paolo Semenzato
  2. Max

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *