Pensieri di bellezza

bellezza_Kate_Moss

Kate Moss

 

Questo post vuole essere una breve passeggiata nella Bellezza, mentre ci rechiamo a bere il caffè, attraverso aforismi, video e qualche pensiero sparso qua e là.

 

bellezza-Grace-Kelly

Grace Kelly

 

Me ne guardo bene dal partire con la definizione di Bellezza, se cliccate sulla parola vedete cosa dice Wikipedia; io sono d’accordo con Oscar Wilde, certe cose non si spiegano:

“La Bellezza è una forma del Genio, anzi, è più alta del Genio perché non necessita di spiegazioni. Essa è uno dei grandi fatti del mondo, come la luce solare, la primavera, il riflesso nell’acqua scura di quella conchiglia d’argento che chiamiamo luna”.

 

Oscar-Wilde

Oscar Wilde

 

E’ inconfutabile che i canoni di bellezza hanno delle regole legate all’armonia e alla proporzione.

Ma è altrettanto vero che questi canoni cambiano col trascorrere del tempo, guardate questo simpatico video:

 

 

e variano anche a seconda della posizione geografica, guardate ancora:

 

 

John Keats dice che:

“Bellezza è verità, verità è bellezza, – questo solo sulla Terra sapete, ed è quanto basta “ e  Jean Anouilh “La bellezza è una di quelle rare cose che non portano a dubitare di Dio.”

E Fëdor Dostoevskij:

“La bellezza salverà il mondo”  “L’umanità può vivere senza la scienza, può vivere senza pane, ma soltanto senza la bellezza non potrebbe più vivere, perché non ci sarebbe più niente da fare al mondo! … La scienza stessa non resisterebbe un minuto senza la bellezza. “

Ma perché allora si dice che la bellezza è nell’occhio di chi guarda?

Ha torto Voltaire quando dice:

“Chiedete al rospo che cosa sia la bellezza e vi risponderà che è la femmina del rospo”?

Esiste, quindi, il Bello Oggettivo? O esiste solamente il Bello Soggettivo, visto che Confucio dice:

“Ogni cosa ha la bellezza, ma non tutti la vedono.”

e ancora Oscar Wilde:

“La Bellezza ha tanti significati quanti umori ha l’uomo. La bellezza è il simbolo dei simboli. La bellezza rivela tutto perché non esprime niente.”

John Constable:

“Non ho mai visto qualcosa di brutto in tutta la mia vita: perché quale che sia la forma di un oggetto, la luce, l’ombra, la prospettiva potranno sempre renderla bella.”

E l’estetica che cosa è allora? Si legge che è la capacità di riconoscere la bellezza, in qualsiasi cosa vi si celi, naturale o artificiale che sia.

Ma noi la intendiamo così quando la nominiamo? O la confondiamo con la vanità, con il narcisismo esasperato dei nostri tempi?

 

narciso

Statua di Narciso

 

Ed ecco che arriva Narciso, del resto l’ho nominato … Questo personaggio della mitologia di incredibile bellezza, che a seguito di una punizione divina si innamora della sua stessa immagine e muore cadendo nello stagno.

Stendiamo un velo pietoso su ciò che arriviamo a fare oggi con il nostro corpo, sezionato come un puzzle a scapito dell’armonia di insieme; non parliamo della selfiemania, magari corretta con Photoshop, né del fatto che ci sentiamo Belli in base a quanti “Mi piace” ottiene la nostra ultima immagine pubblicata su Facebook.

 

chirurgia_estetica

 

selfimania

 

Ricordiamoci però della inquieta Marilyn Monroe:

“Ho sognato la bellezza per lo più a occhi aperti. Ho sognato di diventare tanto bella da far voltare le persone che mi vedevano.”

 

Marylin_Monroe

Marilyn Monroe

 

E riprendiamo ancora la via degli aforismi:

Paolo Manetti dice:

“Un tempo avevamo l’elisir di giovinezza, oggi la chirurgia plastica. Come dire che l’uomo è sempre all’inseguimento di sogni regolarmente fallimentari.”

 

chirurgia_gioconda_deformata

 

Umberto Galimberti:

“La faccia della persona matura è un atto di verità, mentre la maschera dietro cui si nasconde un volto trattato con la chirurgia è una falsificazione che lascia trasparire l’insicurezza di chi non ha il coraggio di esporsi alla vista con la propria faccia.”

 

Sharon_Stone

Sharon Stone

 

Charles Baudelaire:

“Quel che non è leggermente difforme ha un aspetto insensibile − ne deriva che l’irregolarità, ossia l’imprevisto, la sorpresa, lo stupore sono una parte essenziale e la caratteristica della bellezza.”;

 

aforisma_3

Georgia Jagger

 

e nientepopodimeno che il MITICO Karl Lagerfeld:

“Non mi piace la bellezza di serie – non c’è bellezza senza qualche stranezza.”;

 

Karl_Lagerfeld

Karl Lagerfeld

 

e Hanry Hevelock Ellis:

“L’assenza di difetti nella bellezza è di per sé un difetto.”

Ma la conclusione qual è?  Perché Mirna ci hai parlato di tutto questo?

Nessuna conclusione, perchè concludere un argomento tanto Bello? Ora ci beviamo il nostro caffè, con Umberto Eco che “brevemente” dice:

“E’ ritenuto bello ciò che è carino, piacevole, attraente, gradevole, avvenente, delizioso, armonico, meraviglioso, delicato, grazioso, leggiadro, incantevole, magnifico, stupendo, affascinante, eccelso, eccezionale, favoloso, fiabesco, fantastico, magico, mirabile, pregevole, spettacolare, splendido, sublime, superbo.”

E io aggiungerei  Con qualche difetto che piace!

E ci salutiamo con questo inno alla Femminilità di Charles Bukowski:

 

Bukowsky

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *